Trova il tuo prossimo libro preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorni
Racconti erotici

Racconti erotici

Leggi anteprima

Racconti erotici

valutazioni:
2.5/5 (5 valutazioni)
Lunghezza:
53 pagine
45 minuti
Pubblicato:
Mar 1, 2014
ISBN:
9788868858346
Formato:
Libro

Descrizione

Tre racconti erotici per spremerti ogni goccia di voglia nelle tue serate in solitudine:

In vacanza con Jessica - Un gruppo di amici e una prosperosa ninfomane si trovano a Majorca in un turbine di divertimento, mare, sole e sesso sfrenato.

Destinazione orgasmo - Su un treno per Minturno, Marco incontra una bellissima ragazza con cui realizza tutte le sue fantasie più perverse.

La prima volta di Marco - La bellissima Jessica si fa rimorchiare dall'istruttore della palestra e...
Pubblicato:
Mar 1, 2014
ISBN:
9788868858346
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Racconti erotici

Libri correlati

Anteprima del libro

Racconti erotici - Martina Canaletti

Racconti erotici

Martina Canaletti

Vietato ai minori di 18 anni

Indice

In vacanza con Jessica                         pag 3

Destinazione orgasmo                         pag 31

La prima volta dietro                         pag 40

In vacanza con Jessica

Andrea, Alberto, Gianluca ed io eravamo un gruppo affiatato di amici, quattro compagni di liceo legati da vari interessi comuni, che non è importante ai fini di questa storia raccontare, interessi che possono comunque ridursi ad un unico comune denominatore: la voglia di divertirsi e di strafare.

Durante il penultimo anno scolastico, Alberto era riuscito, dopo mesi di disperata corte, a fidanzarsi con Jessica, una stupenda e prosperosa mora tutta curve e vestiti attillati, la quale godeva di una pessima fama all’interno dell’istituto: c’era chi affermava di essersi fatto fare un pompino nel bagno dei maschi durante la ricreazione e chi giurava di averla vista entrare nel palazzo al n° 15 di Via Liberti alle 9 di sera, che, guarda caso, era proprio dove abitava il prof. di scienze, l’unica materia in cui aveva ottimi voti. Alcune amiche di Jessica avevano visto i filmini che aveva girato insieme ai suoi ex, e potete immaginarvi quale stupore aveva suscitato la visione di simili perversioni (Jessica con gli uomini faceva veramente di tutto) nelle sue compagne di classe, poco più che ragazzine. Nonostante tutto questo, Alberto (secondo me, lui non lo ammetterà mai) si era innamorato di lei, e non riusciva ad accettare il fatto che Jessica usasse gli uomini per un unico scopo: quello di saziare la sua indicibile voglia di piacere.

Rimasero insieme per quasi due mesi, da marzo a maggio dello scorso anno. Poi Alberto si accorse che Jessica lo tradiva con altri tre ragazzi della scuola e due uomini rimorchiati qualche mese prima in un night club, e la affrontò.

Che vuoi? Io faccio quello che mi pare. Tu non riesci a reggere più di una chiavata al giorno: non mi basti, ragazzino. E poi non permetterti di alzare la voce con me. Se mi va di andare con qualcuno, anche con tuo padre, io me lo scopo senza pensarci due volte, capito? E tu non puoi fare proprio niente. Anzi, vaffanculo, mi hai pure rotto, ti pianto!

Questa fu la frase che fece molto soffrire Alberto nei giorni seguenti, e in quel momento lo paralizzò. Mi dispiaceva molto che Alberto soffrisse per quella puttana, così decisi di organizzare una vacanza a Majorca, solo noi quattro, senza ragazze rompipalle al seguito.

Andrea e Gianluca furono subito entusiasti dell’idea, e insieme riuscimmo a convincere Alberto a venire con noi. Il 19 giugno, alle tre del pomeriggio, stavo facendo zapping alla TV, sorseggiando un’aranciata fresca, quando squillò il telefono. Era Alberto.

Pronto… ciao Marco, senti… io volevo… prima mi ha telefonato… Jessica… mi ha chiesto scusa, mi ha domandato se può venire con noi… insomma, io le ho detto di sì, perché vorrei ricominciare con lei. Sai, è veramente pentita. Ti prego, non farmi perdere questa occasione.

Avrei voluto dirgli che sicuramente era pentita non più di quanto fosse vergine, che lo aveva chiamato solo per scroccare una vacanza, e che doveva smettere di illudersi che non fosse una troia nata, ma in quel momento, forse per causa del caldo, forse perché non mi andava di mandare a monte tutto, acconsentii.

"Grazie, Marco! Sei un amico! Vedrai che andrà tutto bene. Ho un appuntamento più tardi con lei per comprare i biglietti. Ci sentiamo!

Una settimana più tardi, alle prime ore del mattino, partimmo da Roma Fiumicino con destinazione Palma de Majorca.

Gianluca e Andrea arrivarono puntuali, ma Jessica e Alberto ancora non si vedevano. Eravamo seduti di fronte ad un tavolino, dopo aver fatto il check-in, quando sentii la voce eccitata di Alberto salutarmi.

Mi voltai nella sua direzione e il mio sguardo andò subito sulla sua fidanzata: Jessica portava un paio di occhiali da sole di marca (un regalo di uno dei suoi uomini, pensai), alzati

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Racconti erotici

2.4
5 valutazioni / 1 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori

  • (5/5)
    Bisogna vedere il sesso come una forma d'arte. Questo libro ne è la prova. Grazie