Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Ludovico lo Scorfanello
Ludovico lo Scorfanello
Ludovico lo Scorfanello
E-book22 pagine17 minuti

Ludovico lo Scorfanello

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Questa fiaba narra le peripezie di un piccolo ma saggio scorfanello. Egli è bruttarello ma è intelligente, generoso e leale e queste doti lui le mette al servizio degli altri pesci più grandi, più belli, ma anche più vanitosi e più sciocchi, consigliando loro di evitare ogni succulente esca proposta dai pescatori.
Per questa sua nobile indole e per i suoi comportamenti, Nettuno, il dio del mare, lo premierà  trasformandolo in un bambino in carne e ossa.
LinguaItaliano
Data di uscita27 set 2014
ISBN9786050324136
Ludovico lo Scorfanello
Leggi anteprima

Leggi altro di Elio Moroni

Correlato a Ludovico lo Scorfanello

Recensioni su Ludovico lo Scorfanello

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Ludovico lo Scorfanello - Elio Moroni

    ELIO MORONI

    LUDOVICO LO SCORFANELLO

    UUID: 99efe51a-5702-11e4-b3bb-ed5308d36374

    This ebook was created with BackTypo (http://backtypo.com)

    by Simplicissimus Book Farm

    Table of contents

    ELIO MORONI

    LUDOVICO LO SCORFANELLO

    Copyright

    LUDOVICO LO SCORFANELLO è una fiaba di pura fantasia e ogni riferimento a cose, persone, avvenimenti, situazioni o di eventualmente altro, è puramente casuale.

    Due consigli per i miei amici lettori:

    - non dare mai nulla per scontato;

    - questa fiaba va letta obbligatoriamente a occhi chiusi.

    C’era una volta Ludovico, un giovane scorfano. Egli era il pesciolino più piccolo del branco e così, i suoi amici, lo chiamavano Ludovico lo Scorfanello.

    Come tutti i pesciolini della sua età, Ludovico era sempre a caccia di cibo e spesso gli capitava d’imbattersi in qualche succulenta esca e di restare appeso all’amo. Però, contrariamente ai suoi amici merluzzi, orate e dentici, che i pescatori trattenevano nei loro carnieri, lui veniva sempre ributtato in mare, poiché era troppo piccolo e ritenevano non valesse la pena di sporcare un tegame o una padella.

    Un giorno, mentre Ludovico giocava vicino agli scogli, vide il suo amico Denny il branzino che si immobilizzò di colpo, attratto da un piccolo verme sospeso a mezz’acqua.

    Con un guizzo, lo raggiunse appena in tempo per dirgli: Fermati, ti prego! Non vedi che è soltanto una subdola esca ingannatrice?.

    "Ma quale esca, io vedo soltanto un bel

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1