Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza: alla luce dell'Insegnamento del Cerchio Firenze 77

La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza: alla luce dell'Insegnamento del Cerchio Firenze 77

Leggi anteprima

La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza: alla luce dell'Insegnamento del Cerchio Firenze 77

Lunghezza:
103 pagine
1 ora
Pubblicato:
24 set 2014
ISBN:
9786050323399
Formato:
Libro

Descrizione

Quanto scrive Enrico Ruggini nella prefazione di questo volumetto è il modo migliore per presentarne i contenuti. Ecco uno stralcio delle sue parole: “Ho letto queste pagine catturato da un interesse genuino che mi veniva crescendo dentro paragrafo dopo paragrafo, e non ho potuto interrompere la lettura, tanto mi aveva preso e coinvolto. I temi che vi si trattano sono giganteschi, temi come il significato della vita e il tabù per eccellenza, ovvero il morire con tutti i misteri del dopo vita o del dopo morte, che poi è lo stesso, e poi le grandi verità ricercate dall’uomo che mai hanno trovato una risposta. Temi imponenti. (...) Non viene, leggendo le tante rivelazioni che vi sono raccolte in un ordine già di per sé rilassante, da pensare di doverle per forza condividere, fare proprie o chissà qual altro accidente di impegno. (...) Alla fine della lettura mi scopro compiaciuto, compiaciuto del tempo, speso bene, che vi ho dedicato: credo che libri come questi contribuiscano a rendere migliore il mondo, che porgano ciò che serve, senz’altro chiedere che di essere letti. Sono veri e propri semi, non costano niente e danno in cambio tutto, solo che il lettore se ne accorga. Ed è questo l’augurio che rivolgo a te che ti appresti a leggerlo: accorgerti di cosa ti viene offerto con semplicità e amore. Buona scoperta”.
Pubblicato:
24 set 2014
ISBN:
9786050323399
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza

Anteprima del libro

La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza - Nico Veladiano

RINGRAZIAMENTO

TITOLO

La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza

alla luce dell’Insegnamento del Cerchio Firenze 77

Riflessioni a cura di Nico Veladiano

prefazione di Enrico Ruggini

Note

1^ edizione: settembre 2014

© Tutti i diritti riservati all’autore

*******

Questo libro è frutto della sintesi di incontri sul tema della vita dopo la vita e del dolore, tenuti dall’autore e soprattutto da Enrico Ruggini nel corso di vari anni. Il contenuto si basa su una libera e soggettiva interpretazione di quanto appreso leggendo gli insegnamenti delle Guide spirituali del Cerchio Firenze 77.

Ogni riferimento a fatti accaduti e persone realmente esistite è puramente casuale.

*******

Sito internet dell’autore: www.nicoveladiano.it

e-mail dell’autore: info@nicoveladiano.it

Dedica

GRAZIE

a quanti, nel corso dell’ultimo ventennio, hanno partecipato agli incontri che hanno avuto come oggetto i temi del dolore e della vita dopo la vita

a Pia

per l’incoraggiamento e la comprensione

a Enrico

per la prefazione e per avermi autorizzato ad utilizzare il contenuto delle sue conversazioni

alle Guide spirituali del CF 77 al cui insegnamento mi sono riferito

a tutti coloro che scelgono di leggere queste pagine

con l’augurio che possano essere utili

In copertina: Autunno ( Foto di Nico Veladiano)

Citazione

A tutti coloro che guardano

oltre l’apparenza

Trust the dreams, for in them is hidden the gate to eternity

(Fidatevi dei sogni perché in loro è nascosto il passaggio verso l'eternità)

Jibran Khalil Jibran

Prefazione

Prefazione

di Enrico Ruggini*

Ho letto le pagine che seguono catturato da un interesse genuino che mi veniva crescendo dentro paragrafo dopo paragrafo, e non ho potuto interrompere la lettura, tanto mi aveva preso e coinvolto. I temi che vi si trattano sono giganteschi, temi come il significato della vita e il tabù per eccellenza, ovvero il morire con tutti i misteri del dopo vita o del dopo morte, che poi è lo stesso, e poi le grandi verità ricercate dall’uomo che mai hanno trovato una risposta (fino ad oggi!). Temi imponenti.

Di fronte ad essi gli uomini - da una parte storditi dalla moderna frenesia che impedisce loro di rallentare e riflettere, e dall’altra ben addomesticati alla ricerca di un benessere tanto illusorio quanto artefatto che non consente loro di discernere con la propria mente e impone l’omologazione del pensiero collettivo - hanno di solito due reazioni: una è la fuga, che passa attraverso la rimozione, la sveltezza con la quale girano la testa dall’altra parte, la rapidità con cui cercano di dimenticare, di distrarsi, di tornare ad occuparsi delle solite rassicuranti faccende; l’altra è quella di sentirsi schiacciati sotto il peso di un’esperienza insostenibile, straniante, troppo, veramente troppo lontana dalle abitudini e dalla consuetudine della normalità.

E dobbiamo registrare come questa generalizzata tendenza comportamentale sia in crescendo, perlomeno nel mondo ricco, quello nel quale viviamo noi; solo una minoranza guarda per scelta e per interesse verso questi temi, decide di immergervisi e considerarli cruciali nella sua vita; e poi vi sono tutti coloro che sono posti di fronte ad essi dalla vita - più spesso dalla morte di un loro caro - e vengono quindi costretti a riflettere incamminandosi sull’amaro sentiero della perdita, della sconfitta, dell’abbandono, del vuoto esistenziale – dove perdono di significato le mete pubblicizzate e le promesse mai mantenute di felicità per sempre e di benessere a oltranza – alla ricerca di conforto, sì, ma soprattutto di spiegazioni, di risposte ai grandi perché, alle domande che non hanno fatto parte, prima di quella esperienza dolorosa, del loro orizzonte esistenziale.

Ma questi temi, così pericolosi per il quieto vivere, vengono qui presentati da Nico Veladiano con una tale semplicità da sottrarli alla legge di gravità psichica che li vuole pesanti per le menti preoccupate di affrontarli, e ce li restituisce leggeri, alla mano, accessibili senza fatica.

Non viene, leggendo le tante rivelazioni che vi sono raccolte in un ordine già di per sé rilassante, da pensare di doverle per forza condividere, fare proprie o chissà qual altro accidente di impegno. Se mai questo dovesse accadere (che so, la tentazione di riconoscervisi, di avvicinarvisi invece che di fuggirle come un’ottu sa legge di para-sopravvivenza vorrebbe) accade da sé, perché le parole scivolano tra le pieghe, arrotondano gli spigoli, eludono le barriere erette dalla paura contro nemici ben più imponenti, e si presentano all’intelligenza di chi legge con la sola forza del bene con il quale si offrono, senza attese e senza pretese.

Alla fine della lettura mi scopro compiaciuto, compiaciuto del tempo, speso bene, che vi ho dedicato: credo che libri come questi contribuiscano a rendere migliore il mondo, che porgano ciò che serve, senz’altro chiedere che di essere letti. Sono veri e propri semi, non costano niente e danno in cambio tutto, solo che il lettore se ne accorga.

Ed è questo l’augurio che rivolgo a te che ti appresti a leggerlo: accorgerti di cosa ti viene offerto con semplicità e amore. Buona scoperta. (E.R.)

(*) Enrico Ruggini : Laureato in Scienze Psicologiche dell'Intervento Clinico e in Psicologia Clinica, formazione in Psicosintesi Clinica e Biosistemica. Docente di formazione in ambito sanitario, si occupa prevalentemente di sviluppo personale in contesti pubblici e privati. Lavora in area oncologica e di fine vita. Conduce regolarmente gruppi di approfondimento sistemico (familiare, aziendale, di equipe) e costellazioni, in varie città italiane, e all'estero. Lavora in regime di libera professione come psicoterapeuta a Firenze. Tiene conferenze e partecipa a convegni nazionali e internazionali, su temi inerenti la crescita evolutiva e i sistemi di relazione. E’ stato tra i testimoni diretti dell’esperienza medianica del Cerchio Firenze 77.

Premessa

La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza

alla luce dell’Insegnamento del Cerchio Firenze 77

PREMESSA

Ritengo che la Verità sia una terra senza sentieri e che non si possa raggiungere attraverso nessuna via, nessuna religione, nessuna scuola affermava il maestro Jiddu Krishnamurti nel lontano 3 agosto 1929 in un discorso tenuto a Omnen, in Olanda. La frase, riportata nel libro Libertà totale (Casa editrice Astrolabio – Ubaldini Editore – Roma) è di una straordinaria chiarezza e non necessita di alcun commento.

Una premessa indispensabile questa, per chiarire fin dalle prime righe che non è mio intendimento proporre verità diverse, magari verità assolute, verità capaci di turbare, sconvolgere, cercando avvallo in rivelazioni più o meno esoteriche.

No, nulla di tutto questo. Andrei sicuramente oltre le mie capacità e, soprattutto, tradirei palesemente il senso e le finalità di quell’Insegna - mento che ho avuto la fortuna di incontrare ormai tanti anni fa.

Chi ha visto i film

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di La Vita, il Dolore, le Illusioni, la Speranza

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori