Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il motore ad acqua
Il motore ad acqua
Il motore ad acqua
E-book95 pagine57 minuti

Il motore ad acqua

Valutazione: 5 su 5 stelle

5/5

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Il motore ad acqua è un’invenzione che sfortunatamente è stata “inventata” molte volte.

L'idrogeno proveniente dall'acqua è molto abbondante, è rinnovabile e può essere utilizzato sia nei Paesi con scarse risorse energetiche sia in quelli che ne dispongono in abbondanza. Il petrolio crudo e il gas naturale sono invece risorse energetiche limitate.

Ma sono molte le persone che pensano che determinate tecnologie promettenti siano state soppresse da vari poteri politici o economici, generalmente allo scopo di proteggere i loro investimenti e interessi e, ai livelli più estremi e assurdi dell'illogicità cospiroparanoica, per motivazioni sinistre di portata ancora maggiore.

In questa nuova opera, il versatile compositore e scrittore Van Jaag ci accompagna in un appassionante viaggio attraverso la storia di questa invenzione sconosciuta e dei suoi denigrati inventori.

LinguaItaliano
Data di uscita14 mag 2019
ISBN9781507116043
Il motore ad acqua
Leggi anteprima

Correlato a Il motore ad acqua

Ebook correlati

Articoli correlati

Recensioni su Il motore ad acqua

Valutazione: 5 su 5 stelle
5/5

1 valutazione0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Il motore ad acqua - Ares Van Jaag

    IL MOTORE AD ACQUA

    di Ares Van Jaag

    Editorial Alvi Books, Ltd.

    Realizzazione Grafico:

    © José Antonio Alías García

    Copyright Registry: 1507234709918

    Created in United States of America.

    © Ares Van Jaag, Badalona (Barcelona) Espagna, 2013

    ISBN: 978-8415904564

    ©Tradotto per Maria Antonietta Ricagno

    La riproduzione totale o parziale di questo libro o la sua incorporazione non è

    consentito ad un sistema informatico, o trasmessa in qualsiasi forma e con

    qualsiasi significa, elettronico, meccanico, di fotocopiatura, registrazione o altro

    metodi, senza la preventiva autorizzazione scritta dell'editore. Violazione

    tali diritti possono costituire un crimine contro la proprietà intellettuali

    (artt. 270 e seguenti del Codice penale spagnolo).

    ––––––––

    Editorial Alvi Books accoglie eventuali suggerimenti da parte dei lettori

    per potenziare le loro pubblicazioni in direzione: editorial@alvibooks.com

    Ho formattato in Tabarnia, Espagna (CE)

    per i distributori di marchi registrati.

    www.alvibooks.com

    A mia moglie Natàlia, per il tempo che mi ha regalato

    e che avrei dovuto dedicare io a lei per

    aver reso possibile la realizzazione di quest'opera.

    INDICE

    1. L'IDROGENO COME COMBUSTIBILE

    ––––––––

    2. L'ACQUA COME FONTE DI IDROGENO

    3. STORIA DEL MOTORE AD ACQUA

    1. L'IDROGENO COME COMBUSTIBILE

    In considerazione della necessità di ridurre il livello di contaminanti presenti nell'atmosfera, causa principale, tra l'altro, di problemi quali l'effetto serra e i cambiamenti climatici, si rende necessaria la ricerca di nuove soluzioni che contribuiscano al miglioramento di tali problemi senza far ricorso a limitazioni nella produzione di energia, dato che ciò implicherebbe un ritardo sia nello sviluppo economico e culturale, sia in quello tecnologico.

    Da quanto esposto in precedenza, si giunge alla conclusione che una buona soluzione potrebbe essere quella di cambiare la base energetica utilizzando un combustibile con cui sia possibile eliminare o ridurre notevolmente le emissioni di contaminanti nell'atmosfera e questo è esattamente ciò che si si otterrebbe con l'uso di una fonte di energia alternativa. Il combustibile proposto da alcuni è l'acqua.

    L'idrogeno proveniente dall'acqua è molto abbondante, è rinnovabile e può essere utilizzato sia nei Paesi con scarse risorse energetiche sia in quelli che ne dispongono in abbondanza. Il petrolio crudo e il gas naturale sono risorse energetiche limitate. L'idrogeno può essere utilizzato come risorsa energetica e può sostituire i combustibili utilizzati attualmente così come fece a suo tempo il petrolio con il carbone.

    Come è possibile vedere di seguito, l'idrogeno presenta una miglior resa energetica rispetto ad altre risorse:

    l'energia equivalente a una tonnellata di carbone, tradotta in benzina, consente a un veicolo di percorrere 708,1 Km.

    L'energia equivalente a una tonnellata di carbone, tradotta in elettricità, consente a un veicolo di percorrere 772,5 Km.

    L'energia equivalente a una tonnellata di carbone, tradotta in metanolo, consente a un veicolo di percorrere 836,8 Km.

    L'energia equivalente a una tonnellata di carbone, tradotta in idrogeno, consente a un veicolo di percorrere 1.030 Km.

    Per far fronte alle mancanze nel settore del trasporto, occorre adottare altre fonti alternative di energia oltre all'elettricità prodotta in modo ecologico, e l'idrogeno è una fonte di energia che potrebbe essere adatta a tale scopo.

    L'immagazzinaggio di idrogeno può essere realizzato allo stato gassoso (in generale, ad alte pressioni), liquido (a temperature molto basse di circa -253ºC) o solido sotto forma di idruri metallici (a bassa pressione). A seconda dell'applicazione, sarà più o meno fattibile ciascuna delle varie forme di immagazzinaggio:

    Immagazzinaggio sotto forma di gas. La bassa densità dell'idrogeno rappresenta uno svantaggio, poiché comporta l'immagazzinaggio di minore energia per unità di volume rispetto a quanto accade con altri gas compressi. A causa di ciò, occorreranno grandi volumi e pressioni elevate. L'immagazzinaggio sotterraneo in caverne e miniere esaurite è molto comodo ed economico per l'accumulo di grandi quantità di idrogeno. Questa modalità si utilizza già per il gas naturale, con pressioni fino a 160 bar. L'immagazzinaggio in recipienti ad alta e media pressione si usa altresì su piccola scala.

    Immagazzinaggio sotto forma di liquido criogenico. A causa del basso punto di ebollizione dell'idrogeno (252,9ºC), sono necessari recipienti criogenici atti a mantenere temperature così basse. Ciò presenta il vantaggio di consentire l'immagazzinaggio di energia ad alta densità e avere un peso del contenitore ridotto per una quantità di energia uguale, ma immagazzinata con altri metodi. Ma le basse temperature necessarie comportano dei problemi di sicurezza, oltre al fatto che la liquefazione consuma un'elevata frazione dell'energia immagazzinata sotto forma di idrogeno liquido. D'altro canto, il costo di un'unità di liquefazione è relativamente elevato. Nelle applicazioni in cui il peso è un fattore critico (come nel caso dell'aeronautica), la maniera più conveniente di immagazzinare l'idrogeno è sotto forma di liquido criogenico.

    Immagazzinaggio in forma solida come idruri metallici. L'idrogeno può essere immagazzinato in un terzo modo, che è una sua caratteristica e che non esiste nel caso di altri combustibili liquidi o gassosi. Questo elemento reagisce

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1