Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Un "me" Migliore - Sviluppo Personale Per Una Vita Più Felice

Un "me" Migliore - Sviluppo Personale Per Una Vita Più Felice

Leggi anteprima

Un "me" Migliore - Sviluppo Personale Per Una Vita Più Felice

Lunghezza:
167 pagine
2 ore
Pubblicato:
3 mar 2015
ISBN:
9781507103296
Formato:
Libro

Descrizione

C'è una versione migliore di te pronta per essere messa in pista. Le idee in questo libro sono semplici da inserire nella tua vita e fanno meraviglie.
Sarai più felice. Il tuo corpo sarà più sano. La tua mente sarà attiva, creerà la vita dei tuoi sogni. 
Il successo e la prosperità sono in tuo potere, come avere dei rapporti più profondi e significativi.  Scoppierai di gratitudine per l'abbondanza che la vita ti regalerà.
Arriva il momento di accogliere il "nuovo te".
Pubblicato:
3 mar 2015
ISBN:
9781507103296
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore

Jason Matthews was an officer of the CIA’s Operations Directorate. Over a thirty-three-year career he served in multiple overseas locations, spoke six foreign languages, and engaged in clandestine collection of national security intelligence, specializing in denied-area operations. Matthews conducted recruitment operations against Soviet–East European, East Asian, Middle Eastern, and Caribbean targets. As Chief in various CIA Stations, he collaborated with foreign partners in counterproliferation and counterterrorism operations. His first novel, Red Sparrow, won the Edgar Award for Best First Novel and was made into a major motion picture starring Jennifer Lawrence. He continued the Red Sparrow trilogy with Palace of Treason and The Kremlin’s Candidate. Jason Matthews passed away in 2021.   


Correlato a Un "me" Migliore - Sviluppo Personale Per Una Vita Più Felice

Libri correlati

Anteprima del libro

Un "me" Migliore - Sviluppo Personale Per Una Vita Più Felice - Jason Matthews

dell’autore

Riconoscimenti

Autori di talento hanno letto le versioni precedenti di questo libro per aiutarmi a migliorarlo. Sono sinceramente riconoscente per i vostri eccellenti suggerimenti e per il vostro occhio di falco. Mi piacerebbe contraccambiare presto il favore e spero che i lettori cercheranno i vostri libri e visiteranno i vostri siti.

Alana Woods, Intrigue Queen e autrice di Imbroglio e Automaton. http://www.alanawoods.com

Victorine Lieske, autrice di Not What She Seems. http://victorinelieske.com

Madeline Sharples, autrice di Leaving the Hall Light On: A Mother's Memoir of Living with Her Son's Bipolar Disorder and Surviving His Suicide. http://madelinesharples.com

Kathleen Pooler, autrice di Ever Faithful To His Lead: My Journey Away From Emotional Abuse, un ricordo. http://krpooler.com

Morgan Shamy, autore per ragazzi e fantastic blogger. http://www.morganshamy.com

Lynne M. Spreen, autrice di Dakota Blues. http://anyshinything.com

Hedonist Six, autore di romanzi erotici. http://www.hedonistsix.com

Kaye Shackford, autore di Charting A Wiser Course: How Aviation Can Address the Human Side of Change. http://negotiatingsolutions.com

Prima Parte

Introduzione

SONO GRATO DI ESSERE VIVO. Non è sempre stato così.

Per circa vent’anni sono stato un disastro. La vita mi sembrava un susseguirsi di ostacoli formidabili, un periodo di tempo in cui tutto sembrava andare male. Sul lavoro e nei rapporti era una lotta continua. Lottavo contro la solitudine, la depressione, dipendenze e lunghi periodi di guarigione a seguito di molteplici interventi chirurgici mentre lavoravo come imbianchino e aspirante autore. Me la cavavo come potevo e mi forzavo a sorridere nei tempi duri, ma le situazioni esaurivano le mie riserve fisiche e mentali.

Mi sentivo vuoto ed ero diventato cinico, pensavo che la vita fosse stata progettata per essere contro di me. Parte di me ne aveva avuto abbastanza ed ero pronto a gettare la spugna. Il suicidio non deve per forza essere pianificato. A volte ci mettiamo in situazioni dalle quali può non esserci una via d’uscita. Odiavo il pensiero di essere salvato da qualcuno o da qualcosa che non fossi io. Sfortunatamente questo è ciò che alla fine fu necessario – essere salvato. Svegliarsi a faccia in giù sul freddo pavimento di cemento di una cella mentre si cerca di ricordare che cosa fosse accaduto era come controllare di essere sobri. Questa è la mia vita? Anche nel mio stupore e nella mia vista offuscata, capivo di dover prendere una decisione. Come sarei stato ricordato, non tanto dagli altri, ma da me stesso?

Non volevo morire in quel modo

Un Te leggermente migliore

OSSERVAVO IL MIO CORPO che giaceva immobile sotto di me. Fluttuavo vicino al soffitto, stupito da quanto l’esperienza sembrasse reale. Era reale e al contempo completamente surreale, esaminare la mia figura immobile, in mostra. Mentre fluttuavo, cominciai a capire che potevo essere morto.

Già c’era un senso di distacco, riconoscevo il mio corpo, ma non ero io. Non mi definiva più, era solo stato il mio contenitore e io ero qualcos’altro. Un impulso mi spingeva a lasciarmi alle spalle il corpo e a muovermi verso una sorgente di luce sopra di me e che mi faceva segno di raggiungerla. Non riesco a spiegare come mi facesse segno di raggiungerla, ma sentivo che lo stava facendo. Quando cominciai a galleggiare verso la luce, una impertinente resistenza mi trattenne e rimasi sospeso in aria per quello che mi è sembrato essere un lungo periodo.

Sei salvo disse una voce. Veniva dalla luce e sembrava venire da delle onde, come un suono emesso sott’acqua, rendendo così difficile capire se chi parlava fosse maschio o femmina.

Lo sono? mi sentii replicare, ma non percepivo altro che la mia mente, intenta a capire se stavo sognando o sperimentando uno stato di coscienza alterato. Le prime impressioni furono la non familiarità con l’accaduto e una strana sensazione di sollievo.

La vita come la conoscevi ha fatto il suo corso.

Per qualche motivo, capii che era la verità. Il corpo sotto di me lo confermava. La mia vita era finita, semplicemente si era conclusa. Dopo un momento per digerire il concetto, risposi con una parola: Wow.

***

Immaginate che vi succeda qualcosa di simile. Realizzate di essere morti e questo vi schiaccia. Oggi se ne discute molto, ma tutti sappiamo che accadrà. Deve succedere, alla fine. Pensare alla morte non è divertente, ma può cambiare la vostra vita così come è successo a me.

Anche se vi risulta scomodo, prendetevi un momento per immaginare seriamente che la vostra vita sia appena finita. Forse la fine è arrivata quando siete stati colpiti da un autobus, o forse ve ne siete andati nel sonno durante la vostra vecchiaia, forse è accaduto in un altro modo. Lascio questi dettagli a te e anche quale versione di vita dopo la morte preferisci, ma per questo ipotetico scenario postmortem ci deve essere un aldilà consapevole, non una fine totale dell’esistenza. Che tu sia con una figura angelica o immerso in una luce brillante o circondato da familiari e amici defunti, immagina semplicemente di essere morto e di essere ancora cosciente.

Ora pensa al prossimo concetto, che molti sopravvissuti a esperienze di pre-morte hanno raccontato di aver vissuto. Cosa accadrebbe se nell’aldilà vi venisse data la possibilità di riflettere sulla vostra vita? Cosa accadrebbe se vi venissero mostrati tutti gli eventi della vostra vita, come se ne foste testimoni, dove vengono compiute scelte e delle azioni vengono o non vengono fatte? Come vi sentireste?

Riflessioni sulla vostra vita

Se questo vi succedesse, probabilmente la quantità di soldi guadagnati non sarà la vostra preoccupazione più grande. Forse come avete interagito con amici e familiari lo sarebbe. Sono stato un marito affettuoso, un genitore responsabile e un buon amico? Forse quanto vi siete presi cura del vostro corpo lo sarebbe. Ho fatto abbastanza esercizio e mi sono nutrito bene? Ho ascoltato il mio corpo quando mi dava dei segnali? Forse riflettereste su delle scelte compiute, e sulla bontà della vostra scelta. Ho accettato l’opportunità che mi si è presentata? Ho rischiato o ho agito troppo impulsivamente? Forse pensereste a qualcos’altro, come aver permesso a un sogno o a un’ambizione di appassire e svanire. Ho seguito il mio cuore? Ho dato una possibilità ai miei sogni? Senza tenere conto dell’argomento principale della vostra revisione della vita, ci può essere un pensiero fisso, un pensiero che ho avuto anche io.

Avrei potuto fare di meglio.

Non è facile pensarci. Questo pensiero mi ha portato alle lacrime quando ho visto per davvero quanto avrei davvero potuto amare la mia famiglia o come avrei potuto raggiungere i miei obiettivi in modo migliore. Forse vi sentite nello stesso modo, o potete empatizzare con questa sensazione. Quando rivalutiamo le scelte della nostra vita in un ipotetico aldilà non c’è vittoria o sconfitta, solo un’interpretazione di ciò che abbiamo fatto e come questo ci fa sentire.

Forse questo non vi accadrà, o forse sì. Se effettuate ricerche su persone che hanno avuto esperienze di pre-morte, vedrete che questo schema si ripete (Near Death Experience Research Foundation, 1999).

Avrei potuto fare di meglio.

Il solo pensiero mi altera. Nessuno è perfetto. Nessuno si avvicina alla perfezione, perciò tutti avremmo potuto fare di meglio. Lo capisco io e lo capite voi. Non fermiamoci qui, anche se questa è una verità.

Pensatela invece in questo modo: se ci fosse un ripasso della vita, vi piacerebbe saperlo prima così da potervi sforzare di più mentre siete ancora in vita? Credo che molte persone lo vorrebbero, così come vorrebbero osservarsi orgogliosamente nella loro versione migliorata durante l’ipotetico ripasso della loro vita.

Non è un azzardo dunque affermare che questo dovrebbe essere il punto focale delle vite di molti, essere una versione migliore di se stessi o anche solo leggermente migliore nel tempo che ci rimane. Leggermente migliore è un furbo obiettivo a breve termine. Dopo tutto nessuno si aspetta un cambiamento alla Ebenezer Scrooge in cui si passa da tiranno a santo in una notte.

Che ne pensate, volete provarci? Spero che lo farete perché mi raggiungerete in qualcosa che ha trasformato la mia vita. Se decidete di provare, il momento giusto è quello presente. Che ci sia un riassunto della vita o meno, forse concordi nell’affermare che una versione migliore di te stesso sembra essere una buona idea. Spero siate abbastanza curiosi da voler continuare a leggere, perché questo libro può portare meravigliosi cambiamenti nella vostra vita.

Un nuovo obiettivo

Meglio per te, meglio per me. Questo concetto è diventato una priorità nella mia vita. Entrai in quella discussione ipotetica in modo molto realistico e non mi piacque ciò che vidi. All’epoca non sopportavo il pensiero che le mie esperienze accumulate fossero il mio giudizio finale, visto che c’era ancora molto che volevo fare e sistemare, o almeno provare a fare e sistemare. Che ci sia o no un riassunto della vita, lavorerò per migliorare. È un bene per me e per chi mi sta intorno. Oggi, domani, la prossima settimana e così via, pianifico di avere un obiettivo calmo, non un’ossessione, ma un obiettivo calmo sul miglioramento personale. Forse è la cosa più grande su cui posso concentrarmi.

Oggi sarò una versione leggermente migliore di me.

Questo mantra mi ha avvolto una volta che l’ho adottato. Perché scrivere un libro sull’obiettivo? Perché ho subìto dei cambiamenti profondi e mi sento obbligato a condividerli. I cambiamenti cominciano ad accadere subito dopo aver stabilito un obiettivo. Il mio atteggiamento è diventato molto più positivo. Il mio ragionare diventava più chiaro. Il mio corpo diventava più sano. I rapporti diventavano più significativi. Il lavoro e l’economia finalmente cambiavano giro. Ogni cosa nella mia vita migliorò di conseguenza. La concentrazione giornaliera causò esperienze estreme che accaddero piuttosto in fretta e si cosparsero in tutte le aree della mia vita. So che può succedere anche per te.

Se decidete di adottare questo mantra e concentrarvi sul diventare la versione migliorata di voi stessi con dei promemoria occasionali durante il giorno, succederanno cose sorprendenti. Non è un segreto o un trucco, è un insieme di atti pratici che funzionano se applicati. Continuate a leggere e scoprirete che le idee esposte in questo libro funzionano anche per voi. Questo posso promettervelo, varrà il minimo sforzo che compirete.

Posso chiedervi un favore? Leggete ad alta voce la domanda seguente:

Posso diventare una versione leggermente migliore di me?

Suppongo che la risposta sia sì. Vi ha fatto sentire bene o vi ha fatto sorridere? Ora provate a dire la frase seguente con interesse genuino:

Come posso essere una versione leggermente migliore di me?

Qui le cose si fanno interessanti. Le risposte sono diverse per ciascuno, e anche se le risposte non sono subito evidenti, sono al sicuro nel vostro subconscio. Quando vi chiedete sinceramente in cosa potete migliorare, qualcosa al vostro interno si sveglia alla sola richiesta. Forse avete delle risposte già solide nella vostra mente, o forse ne avete solo una vaga idea. Spero che

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Un "me" Migliore - Sviluppo Personale Per Una Vita Più Felice

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori