Inizia a leggere

Storie in viaggio.

Valutazioni:
98 pagine1 ora

Sintesi

Si va dal tono epico-lirico de "L'isola" del vincitore Mauro Barbetti, alla prosa essenziale ma efficace di "Doppio malto" di Ivan Sergio Castellani, alla scrittura autobiografico-gastronomica della "Valenciana" di Ilaria Testa, al viaggio evocativo-sensoriale di "Olio e Aceto" e di "Partire", in cui il mondo è riscoperto attraverso l'uso affinato dei sensi. Quasi tutti gli autori usano narrazioni in prima persona, al presente, anche quando riportano fatti lontani nel tempo e riescono, con poche efficaci pennellate, a disegnare personaggi in grado di coinvolgerci, di trascinarci nella loro storia. Rimarrete colpiti da Ilaria, la ragazza di "Thursday. Friday. Happy days", che abbandona la scuola e scopre che la vita non è solo giorni felici, ma, per alcuni, un susseguirsi di tragici, ultimi venerdì; dal ragazzo londinese che riesce con l'ipod a creare empatia con l'umanità che gli passa accanto, in un crescendo di "Armonie Parallele"; da Silvano e Patroclo, protagonisti, in "Lontano, assieme", di una storia di amicizia che va oltre la vita; dall'avventura tragi-comica della poetessa di "Premiazione" che gira il bel Paese per ritirare un premio; dall'umanità del soldato-contadino che, dopo la liberazione, rimane in terra straniera ad aiutare il 'nemico' nel raccolto, ritardando, ma nello stesso tempo caricando di significati di riconciliazione e rinascita il suo "Ritorno di speranza". Per motivi di spazio è difficile elencare tutti i racconti, anche se ognuno merita di essere letto per lo sguardo particolare e originale sulla realtà. Perché leggerli? Perché un racconto breve si legge in pochi minuti, tra una fermata e l'altra di un metro, durante una pausa caffè, in coda a uno sportello: è sempre il momento per regalarsi un'emozione.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.