Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Evoluzione: il futuro

Evoluzione: il futuro

Leggi anteprima

Evoluzione: il futuro

Lunghezza:
218 pagine
1 ora
Pubblicato:
15 set 2012
ISBN:
9781301249534
Formato:
Libro

Descrizione

Secondo recenti studi, il mondo sarà ben presto dominato da tecnologie rivoluzionarie che dischiuderanno all’Umanità un’era di progresso accelerato. Principali risultati saranno la conquista dell’immortalità, la creazione di Intelligenze Artificiali superiori all’Uomo e la colonizzazione dell’universo da parte della nuova razza.
“Evoluzione: il futuro” è una storia mozzafiato ambientata in un prossimo futuro reso quasi irriconoscibile dalle nuove tecnologie.

XXIII secolo. Gli umani abitano la Terra e la Luna, ultime roccaforti del passato potere. Marte e la Rete sono popolate dalle intelligenze artificiali e dalle anime, queste ultime ottenute digitalizzando il cervello dopo la morte. La realtà virtuale consente alle due razze di comunicare. Le loro differenze sono profonde, gli interessi inconciliabili.
Con la digitalizzazione, gli umani hanno allontanato la morte reale a un futuro indeterminato, ma non si sentono felici: provano verso gli esseri virtuali, ammirazione, ma anche invidia e senso di inferiorità.
Le creature digitali invece mal sopportano di essere relegate in mondi troppo piccoli per le loro sconfinate ambizioni. Durante l’esperienza marziana, hanno sviluppato le competenze per gli ambienti extraterrestri, soprattutto hanno acquisito la sicurezza indispensabile per la colonizzazione di altri sistemi solari.
Gli umani finanziano il progetto Alfa Centauri, in cambio della rinuncia degli esseri virtuali ad espandersi sulla Terra. Prima della partenza, la Sicurezza Terrestre intercetta un messaggio sospetto proveniente dall’Agenzia Spaziale. Terrorismo? Gli indizi conducono agli Eletti, una setta entrata in Rete cinquant'anni prima con un suicidio collettivo...

Eva e Vittoria, i protagonisti, sono “anime”, esseri virtuali il cui cervello è stato digitalizzato dopo la morte. Si muovono in un contesto di cambiamenti epocali, rimanendone sempre più coinvolti, al punto di fondere il loro destino con quello del popolo digitale.

Pubblicato:
15 set 2012
ISBN:
9781301249534
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore

DOWNLOAD FOR FREE MARCO SANTINI'S EBOOKS The soul of a novel may evolve with its author. Here you will follow the evolution of a work from its first release to the final script. I am particularly fond of the first one – Dreaming Immortality - for the variety of the characters, the range of Transhumanist issues and because it was actually my first creation. The novel is almost all the original version, which in my opinion contributes greatly in the charm of the work. In the last edition the dates to Technological Singularity, brain digitization, semi immortality and strong A.I. have been anticipated The second version – The Alpha Centauri Project – is shorter but retains the main characteristics of the first work. New developments were forthcoming. A few readers imagined how gorgeous would be the story in an animated or motion picture format and set a compelling challenge for me. I adapted soon characters and plot into a story of suspense and action that makes you think. "Evolution: the future" was born. Recently my last creations. I am glad to announce the script of “The Alpha Centauri Project”. My works are in English, French, Spanish, Italian, Portuguese (Brazilian) and can be downloaded FOR FREE. Here below beautiful videos and covers by fractal artist Lilia Morales y Mori. LINKS TO E-BOOK DOWNLOADS BELOW (CLICK ON THE TITLE OF THE E-BOOK AND CHOOSE THE FORMAT FOR DOWNLOAD: KINDLE, EPUB, PDF). ********* READERS: "Just finished reading "The Alpha Centauri Project" a couple days ago. I really enjoyed it. The brief "chapters" were a very interesting method for structuring. I also appreciated the recollections of the historian punctuating the story. At times, I wondered if you had initially written this as a screenplay and later adapted it into a novel. Oh, and the ending is fantastic! I'm going to give the story a second read, to ensure I absorbed everything and then would be interested in using FB to discuss. " "Just finished... my goodness, what a beautiful mind you have! In addition to stimulating my own creativity, the first thoughts I had after reading this is how gorgeous it would be in an animated or motion picture format. Have you received any screenplay offers?" "Even uncommon visualization is an extreme sport. It requires daring, controlled thought, and the ability to overcome barriers within the mind, imposed by current societal norms. You are a sportsman of this genre, without doubt." "I just finished reading your captivating ebook and felt compelled to drop you a quick note to thank you and to let you know how much I enjoyed reading it. Your style is both fresh and captivating. The characters are believable and quite identifiable in their roles. I almost hated to finish reading it. Looking forward to more from you as our most uncertain future unfolds and AI one day, becomes self aware." "Hi Marco, I think Alpha Centauri Project could definitely be adapted for a film. The characters are strong and likeable for sci fi." "Captivating story, well-defined characters, interesting history chapters, fascinating theme and explosive end!" "Shraddhey has told about you to all of our friend circle. He has read your e-book completely. You are becoming popular here sir! And also in the open source community! Whole of our hostel students are reading your book!" "The Alpha Centauri Project is fascinating, to say the least. When the fine art of story telling combines with science fiction, one can be almost sure that something exciting would be the result. Let your imagination run wild and keep the good work up." "The beauty of digital is the fact of being limitless. You can create virtual worlds where to live, but at the same time you can download your own consciousness into androids who live in the real world, moreover you can exist forever and travel through space without worrying about the distances, because time is not an enemy. This absence of limits allows the author, with great imagination, to create an intricate and compelling story. If you want to imagine a distant future that is completely different from the present in which we live, "The Alpha Centauri project" can give you what you look for." "Marco Santini’s vision, invites us to reflect and analyze the human beings’ current prospects. The full immersion in science and technology is more and more invasive through artificial intelligence. Its rapid strides involve us in the society to such an extent that we are committed to a substantial technological world. We can hardly realize the penetration and dependency that this phenomenon exerts in general on our daily lives. For the first time Man wonders about his own existence and desperately seeks to transcend himself through knowledge and the access to the spaces of the vast universe. The end is extraordinary, full of emotion and positivity. This novel is essential in the patrimony of any reader interested in a new view of science fiction, where science exceeds by far the imagination of any writer." "Mil felicidades por la fascinante psicología que le has otorgado a tus personajes Eve y Victoria, en tu novela The Alpha Centauri Project." "He leído nuevamente la novela. Los textos la hacen muy dinámica y te atrapan de inmediato de principio a fin. Espero que un día sea llevada al cine." "Yo ya lo leí. Te lo recomiendo ampliamente. Si el prólogo es interesante, el líbro lo es aún más. En él encontré una interesante propuesta futurista muy a doc con los temas actuales de ciencia ficción." "Hermoso y emotivo relato... He descubierto una nueva faceta tuya . Tú profunda sensibilidad hacia las emociones y sentimientos que puede desencadenar la obra de arte. Pero sobre todo, tu extraordinaria capacidad para escribir dichas emociones. Como escritor de ciencia ficción ya nos has mostrado tu gran potencial, ahora tenemos el placer de leerte en el género del “cuento de corte futurista” y lo haces también con gran acierto. ¡Felicidades!" "Un aporte extraordinario a la literatura de ciencia ficción, una impresionante visión del futuro para todos tus lectores y un invaluable estímulo para los investigadores y científicos de todo el mundo." "Un livre de Marco Santini à lire absolument :) Votre Roman est passionnant , Marco , et vous êtes un grand écrivain de science fiction , aussi je désire que mes amis partagent votre vision ! " "Merci. Sans vous, je n'aurai peut être pas lu le livre , j'adore!! Merci Marco Santini pour cette œuvre passionnante." "Oh! non , c'est moi qui te remercie d'avoir autant de talent ,et je suis une lectrice exigeante ,mais là, je suis totalement sous le choc , j'aimerai lire la suite ..." "Cette nouvelle est totalement captivante , et de plus pour ceux qui désirent , vous avez une excellente traduction française , je l'ai lu !" "Marco dans l'élaboration de son ouvrage a su conjuguer sa fantaisie de visionnaire et sa rationalité scientifique. Il réussit de cette façon à anticiper les temps de l'histoire et à nous montrer ce que deviendra l'humanité à la moitié de notre siècle! Si vous êtes curieux de découvrir ce que nous serons déchargez gratuitement ce roman fantastique et bonne lecture!" "Ho letto il tuo romanzo "Progetto Alfa Centauri" e devo dire di esserne rimasto affascinato: il tuo stile visionario e al tempo stesso raffinato mi ha "trasportato" in un lontano futuro, a contemplare la civiltà umana durante la sua ennesima "trasformazione" ed "espansione", in simbiosi con il "mondo" degli Esseri digitali. Nel tuo lavoro c'è tutto: cyberpunk, space opera e fantapolitica. E' un romanzo di SF davvero completo, scritto con dovizia di particolari ma al tempo stesso scorrevole. In poche parole, mi è piaciuto molto. Sei davvero in gamba." "Sono rimasto affascinato e al contempo rapito dal racconto. Mi sono sentito "immerso" nella storia e spesso ho colto l'ansia e la gioia dei protagonisti. Sono letteralmente senza parole... Complimenti all'autore. Ora mi tuffo nel secondo libro!" "Bello, spaventosamente reale, ineluttabilmente veritiero. La trama è semplice e snella ma l'ambientazione invita spesso a riflettere su chi siamo e dove (vogliamo?) andare. Senza dubbio una lettura coinvolgente, dal gran ritmo e che invoglia a riflettere ponendoci problemi che troppo spesso per comodità tendiamo a nascondere sotto il materasso." "Fantastico! Stupendo! Da leggere tutto d'un fiato!!! Il miglior racconto di fantascienza che abbia letto da parecchio tempo... Una nuova frontiera dell'immaginazione!" "Il suo stile è avvincente e incalzante di quelli che ti incollano alla lettura. Gli scenari ipotizzati sono meravigliosi e coinvolgenti. Grazie per avermi reso partecipe di questo viaggio e di questa avventura. Mi viene a mente una frase letta nel libro di Edgar Morin "Conoscenza ignoranza mistero" in cui soteneva che è la vita stessa che sfugge alla morte moltiplicandosi all'infinito." "Un bellissimo romanzo con una interessante visione del nostro prossimo futuro inteso come umanità. Il sogno di immortalità' che anch'io sono convinto un giorno sarà realizzabile attraverso il download della nostra memoria in digitale." "Il tuo romanzo ha lasciato in me un segno profondo e lo consiglio sempre a tutti i miei amici appassionati di Science Fiction." "Complimenti libro stupendo che apre scenari incredibili e futuristici su un mondo avvenire che, chissà, forse rispecchieranno i dettati di questo splendido romanzo." ********** CONSIDERATIONS According to future studies, the world will be dominated soon by disruptive technologies, able to plunge humankind into an era of accelerated progress. Main outcomes will be the achievement of immortality, the creation of smarter than human artificial intelligences and the spread of the new species through the universe. “Dreaming immortality” is a breathtaking story set in this near future altered almost beyond recognition by technology. Social and ethical issues as well as dreams and projects of the digital people are key drivers of the story. For digital beings aiming at eternal life, truth and collaboration are primary values; seeking exponential growth in knowledge and technology, avoiding conflicts and spreading into the universe their goals. The passionate scenarios make the reader share the soul of the digital civilization. From this, a powerful comparison with our world emerges, that stripping away layer after layer of conventions and prejudices, leaves us at last face to face with the morals of a world that one day we might share. Eve and Victoria, the main characters, are humans whose brain was digitized after death. They move in this context of epoch-making events, searching for identity. They become more and more involved in the hardship of the digital community to the point of rising to leaders. Finally, in a crescendo of drama, they merge their destiny with that of their new people. End of the 21st century. Humans live on Earth and the Moon, last strongholds of their past power. Mars and the Net are inhabited by artificial intelligences and souls, these last obtained by digitizing the brain after death. The virtual reality allows the two races to communicate. Their differences are deep, their interest irreconcilable. With biotechnology and digitization, humans have postponed real death to an indeterminate future, but they are not happy. Towards the virtual beings they feel admiration but also inferiority and envy. The digital creatures instead cannot bear being relegated in worlds too small for their unbounded ambitions. Their Martian experience has allowed them to develop the competence necessary in extra-terrestrial environments, most of all to acquire the self-confidence indispensable for the colonization of other star systems. The Alpha Centauri project is born. The mission obtains the humans’ support. In exchange the digital beings abandon the idea of expanding on the Earth. Just before departure, Earth Security intercepts a suspect message from the Space Agency. Terrorism? The evidence leads to the Elects, a sect that entered Net years before through a collective suicide... A script is also available. The novel is in English, French, Italian and can be downloaded FOR FREE from Smashwords. Copyright Marco Santini ********** Thanks to my friends, who over time have supported me with their engagement and enthusiasm: José Luis Cordeiro -- http://www.cordeiro.org/ Diego Dalla Palma - http://www.diegodallapalmastyle.it/ , http://www.sperling.it/autori/diego-dalla-palma/ Nikola Danaylov -- http://www.singularityweblog.com/ Marta Rossi, iLabs -- http://www.ilabs.it/HomeIT.asp Lilia Morales y Mori -- http://poesiafracesptiempo.blogspot.mx/ Lucas Geremias - http://www.lucasgeremias.com/ Frank D.Smith -- http://www.underbrain.org/ Francesco Zanellato -- http://francescozanellato.jamendo.net/ Thanks to Isabel Mendonça Alves. ********** ABOUT THE AUTHOR Marco Santini graduated in Engineering and specialized in Business Administration. Deeply interested in high-tech trends, he has written “The Alpha Centauri Project”, “Evolution: the future” and "Dreaming immortality", novels depicting a near future dominated by technology. He has made the ebooks free and downloadable in several languages, in order to share their content with the widest audience and to contribute to discussion about great themes. Script available. Member of: Millenium Project -- http://www.millennium-project.org/ Lifeboat Foundation -- http://lifeboat.com/ex/programs Eptalia -- http://www.eptalia.it/ United States Trashumanist Party


Correlato a Evoluzione

Categorie correlate

Anteprima del libro

Evoluzione - Marco Santini

Secondo recenti studi, il mondo sarà ben presto dominato da tecnologie rivoluzionarie che dischiuderanno all’Umanità un’era di progresso accelerato. Principali risultati saranno la conquista dell’immortalità, la creazione di Intelligenze Artificiali superiori all’Uomo e la colonizzazione dell’universo da parte della nuova razza.

Evoluzione: il futuro è una storia mozzafiato ambientata in un prossimo futuro reso quasi irriconoscibile dalle nuove tecnologie.

Se si desidera approfondire questi scenari, è disponibile il Progetto Alfa Centauri.

XXIII secolo. Gli umani abitano la Terra e la Luna, ultime roccaforti del passato potere. Marte e la Rete sono popolate dalle intelligenze artificiali e dalle anime, queste ultime ottenute digitalizzando il cervello dopo la morte. La realtà virtuale consente alle due razze di comunicare. Le loro differenze sono profonde, gli interessi inconciliabili.

Con la digitalizzazione, gli umani hanno allontanato la morte reale a un futuro indeterminato, ma non si sentono felici: provano verso gli esseri virtuali, ammirazione, ma anche invidia e senso di inferiorità.

Le creature digitali invece mal sopportano di essere relegate in mondi troppo piccoli per le loro sconfinate ambizioni. Durante l’esperienza marziana, hanno sviluppato le competenze per gli ambienti extraterrestri, soprattutto hanno acquisito la sicurezza indispensabile per la colonizzazione di altri sistemi solari.

Gli umani finanziano il progetto Alfa Centauri, in cambio della rinuncia degli esseri virtuali ad espandersi sulla Terra. Prima della partenza, la Sicurezza Terrestre intercetta un messaggio sospetto proveniente dall’Agenzia Spaziale. Terrorismo? Gli indizi conducono agli Eletti, una setta entrata in Rete cinquant'anni prima con un suicidio collettivo…

Eva e Vittoria, i protagonisti, sono anime, esseri virtuali il cui cervello è stato digitalizzato dopo la morte. Si muovono in un contesto di cambiamenti epocali, rimanendone sempre più coinvolti, al punto di fondere il loro destino con quello del popolo digitale.

Le scene ambientate in Rete sono indicate da @.

PERSONAGGI

Adamo

Intelligenza artificiale, membro degli Eletti, figlio di Eva Dirac, Vittoria e Martin Wing

C573Y

Intelligenza artificiale, ufficiale della Sicurezza

Eva Dirac

Anima, membro degli Eletti, scienziato informatico

James

Umano, compagno di Vittoria

Marcus Rand

Umano, generale della Difesa

Martin Wing

Anima, consigliere degli Eletti, leader dei diritti civili

Nicole

Umano, amica di Vittoria

Nihil

Anima, Grande Maestro degli Eletti

Vittoria

Anima, compagna di James.

IN GIRO PER IL SISTEMA SOLARE

Volevano festeggiare l'inizio del nuovo secolo con una vacanza fuori dal comune. Potevano scegliere, come negli anni precedenti, una delle tante proposte della Rete, ma questa volta desideravano cimentarsi nel mondo reale.

Alla fine avevano optato per i satelliti di Giove.

Europa, la meta più ambita del turismo spaziale. Una magnifica vista del maestoso pianeta, solcato da profonde striature e continue tempeste, che occupa gran parte del cielo. Un’interminabile banchisa sporcata di tanto in tanto da ampie fratture da cui zampilla acqua vulcanica. Sotto, caverne di ghiaccio lunghe decine di chilometri, e ancora più in profondità, un oceano abitato da rare creature luminescenti.

Io, l’anticamera dell’inferno. Fiumi di lava, pennacchi di cenere e laghi ribollenti di zolfo.

Le miniere aeree di Giove. Mastodontiche fabbriche appese a palloni aerostatici, che estraggono dall’atmosfera un isotopo dell'elio utilizzato come combustibile nucleare.

Ad appena qualche settimana dalla partenza, era subentrato un impegno di lavoro. Avevano ripiegato su una vacanza molto più breve, di soli tre giorni, in grado però di garantire emozioni intense. Avrebbero scalato un canyon di Marte. Non uno qualsiasi, ma il più profondo del sistema solare. Nonostante la fretta, avevano studiato i preparativi nei minimi dettagli. In quanto a equipaggiamento, la scelta era caduta sull’ultimo modello di androide da scalata: un corpo di due metri d’altezza, in materiale ultra leggero, rinforzato con nanotubi di carbonio; il sogno di ogni rocciatore.

Eccoli su Marte, trasportati da raggi laser. Nei loro nuovi corpi, allineati contro la parete di una stanza zeppa di apparecchiature. Freddo, unico rumore il ronzio delle apparecchiature. Scambiano qualche battuta, poi si incamminano lungo un corridoio deserto, seguendo le indicazioni della mappa apparsa nel campo visivo. I loro passi rimbombano contro le pareti metalliche; di tanto in tanto si odono echi lontani.

Entrano in un garage. Si avvicina librandosi un ovoide. Le portiere scivolano di lato. Salgono a bordo. Soffici sedili. Dalle spalle, li avvolgono braccia simili a tubi flessibili. Il pilota automatico augura un buon soggiorno.

La carlinga si accende di colori. Un’accelerazione possente. Il velivolo schizza fuori dal garage attraverso un’apertura circolare e punta verso il deserto. Dietro, la macchia bianca della base sempre più lontana, spicca in mezzo al rosso della sabbia come un diamante piovuto dal cielo.

C573Y alza lo sguardo verso Phobos, una delle due piccole lune marziane. La sua forma oblunga non ha mai cessato di stupirlo. Accanto, brillano tre nuove stelle: Niña, Pinta e Santa Maria, le astronavi del progetto Alfa Centauri, sfere di un chilometro di diametro, in orbita attorno al pianeta a ventimila chilometri d’altezza. Le incoronano altre luci più piccole: le stazioni di assemblaggio del cantiere spaziale – ora inattive dopo dieci anni di intensa attività - e le navi cisterna, impegnate a travasare dagli enormi serbatoi il combustibile nucleare estratto dall’atmosfera di Giove e Urano.

L’ovoide sorvola a bassa quota il deserto, sovrastato qua e là da nubi sfilacciate di anidride carbonica. Dopo un'ora, vira all'interno della Valle Marineris, una profonda ferita della crosta marziana. Sui lati, pareti a picco, spuntoni e insenature, nel fondo un’interminabile distesa di sabbia e rocce.

Il velivolo oltrepassa un villaggio in costruzione – cantieri stipati di attrezzature e robot intenti ad assemblare moduli prefabbricati – e sfiora una successione di alte dune su cui il vento ha disegnato onde sottili.

Punta verso un canalone. Atterra a circa duecento metri da una parete. Quando le portiere si aprono, i viaggiatori affondano gli stivali nella sabbia soffice, leggera, quasi un pulviscolo. Aria gelida, rarefatta. Poco distante un mulinello di polvere corre lungo il fianco di una duna. Gli androidi alzano lo sguardo verso la parete. I suoi confini si perdono all’orizzonte, e le colonne di roccia che la incoronano sembrano artigli che ghermiscono il cielo. È ricoperta di sedimenti friabili, una vera insidia anche per gli scalatori più esperti. Da evitare, per non essere costretti a difficoltosi cambiamenti di percorso.

C573Y prende un chiodo dallo zaino. Un semplice chiodo. Né potrebbe essere altrimenti: le grandi sfide richiedono assenza di mezzi e abilità fuori dall’ordinario. Come facevano i titani nell’antichità.

Salgono veloci come ragni. Minuscole figure su un lenzuolo ocra. Gesti meccanici, metro dopo metro, sempre con la stessa concentrazione. Lo sguardo rivolto al cielo, perché è lì che sembrerà essere, una volta in cima.

Nessun problema per quasi un giorno. Finché odono un rimbombo lontano. Urla concitate. Gesti frenetici, qualcuno indica una rientranza. Si precipitano dentro.

Avanza dall’alto, divorando man mano la parete, travolgendo gli spuntoni lungo il percorso, un fronte scuro di sabbia e rocce. Una minaccia che nemmeno gli androidi da scalata – gioielli tecnologici del ventiquattresimo secolo – possono affrontare.

Rimangono immobili, fissando il muro di polvere, che irrompe nella rientranza, ricoprendo le corazze di uno strato spesso.

La notte.

Interminabile.

Passata scambiando impressioni e storie. Rischiarati dalla luce di una torcia, che fa emergere dalle tenebre tratti di visi e corpi, per poi riassorbirli ad ogni movimento.

Di tanto in tanto, schianti lontani. Tuoni? Frane?

Tutta la notte.

Un’alternanza di fischi e sussurri annuncia il giorno. Cantilena triste e nostalgica. Il canto di una moglie che piange il compagno partito per un lungo viaggio…

Gli androidi sporgono la testa dal rifugio. Li inonda la luce del sole. Guglie di tutte le dimensioni si protendono nitide dai canaloni, fino all’orizzonte. Il cielo è rosato, senza macchie. Una melodia pervade l’aria.

Guardate! esclama C573Y puntando la mano verso quattro ombre, i lineamenti esili e i capelli al vento. Non ci aveva sperato.

Poi si gira in direzione opposta. Venite!

Di nuovo nello strapiombo, aggrappati alle corde, con la schiena nel vuoto, saltellano lungo la parete.

Montano su una lastra di basalto. La percorrono veloci.

Il canto delle dame, annuncia C573Y. Molti anni fa, agli albori della colonizzazione, una spedizione raccontò di aver visto proprio in questa zona alcune figure femminili…

Si affacciano da un macigno. Davanti, una fila di rocce sormontate da lunghi filamenti, che si stagliano contro il sole basso.

Piante sopravvissute al prosciugamento del pianeta miliardi di anni fa. Il suono è provocato dal passaggio del vento attraverso gli anfratti.

Sera. Eccoli in vetta, seduti l’uno a fianco dell’altro, sul ciglio del precipizio, gli occhi rivolti verso le luci della piccola colonia molti chilometri più in basso. Tra poco celebreranno l’inizio del nuovo secolo.

Ma C573Y ammutolisce. È apparso un messaggio nel suo campo visivo:

RIUNIONE D’EMERGENZA COMITATO ESECUTIVO

SULLA TERRA, TRA DUE ORE

RICHIESTA SUA PARTECIPAZIONE.

Si gira verso i compagni. Ho ricevuto una comunicazione. Devo andare.

Lancia una nostalgica occhiata alle tenebre, verso quella natura aliena che per due giorni lo ha sedotto con spettacoli suggestivi, che non aveva esitato ad attaccarlo, braccandolo fin dentro il rifugio.

Una sfida in cui si era tuffato senza esitazione.

Un compagno gli dà una pacca sulla spalla. A presto, allora!

I tre raggiungono uno spiazzo una decina di metri più in là. Scambiano un forte abbraccio.

Penseremo noi a consegnare l’androide, gli dice un compagno.

C573Y arretra di qualche passo. Alza lo sguardo al cielo, verso una vivida luce, al centro di una coltre di stelle. Nel suo campo visivo compare un menu. Attiva la connessione col satellite, poi invia un messaggio:

RICHIESTA DI TRASFERIMENTO IMMEDIATO

DESTINAZIONE:

QUARTIER GENERALE SICUREZZA - TERRA.

Si sente svenire. In pochi secondi, i programmi di cui è composto sono trasmessi al satellite e da lì, attraverso un fascio laser, alla Terra. Il corpo dell’androide rimane rigido come una statua, gli occhi velati di indifferenza.

Mezz’ora dopo C573Y si risveglia in un

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Evoluzione

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori