Inizia a leggere

FEEL: l'ascesa

Valutazioni:
391 pagine5 ore

Sintesi

Era una grigia e nevosa giornata di dicembre. Aileen, venticinquenne dell'Ontario, ancora non
sapeva che avrebbe perso il lavoro. Quando aprì gli occhi, passò in rassegna tutte le cose da fare, compreso un pranzo con i genitori. Si lavò e si vestì. Infilò nella borsa tutto il necessario. Il cellulare lampeggiava, indicandole una chiamata persa. Micheal, il suo capo, le dà la brutta notizia: di lei non ha più bisogno.
Aileen non credeva davvero nell'aiuto di qualcuno. Era meglio restare sola, senza i sentimenti degli altri. Senza essere influenzata.
Tre anni prima era successo qualcosa che le aveva fatto perdere tutti. L'alcool era diventato il suo rifugio. L'alcool e l'odio.
Sconforta si richiuse in casa. La situazione lavorativa di non migliorava. Quella affettiva nemmeno. Erano passati tre giorni, ma non era cambiato nulla. Aileen lasciò la cucina, dopo una penosa cena, e si recò in camera. Raccolse gli indumenti dal pavimento. Si bloccò. Due stranieri erano nella sua camera da letto. Avevano una mantella nera, un cappuccio sopra la testa. Non voleva mostrarsi spaventata, ma era esattamente così che si sentiva. Di loro, invece, non sentiva niente. Nessuna emozione. Finché uno di loro decise di aprirsi. Un'ondata di emozioni le invasero la mente. La frastornarono. La rintronarono. Senza scelta, li seguì. Raggiunsero una vecchia villa. Lì incontrò l'Imperatrice. Lei era bellissima, con sfavillanti, lucenti, occhi verdi. Verde insolito. Lei era non era un Imperatrice qualunque. Era la Regina di un altro Mondo: Galatria. Furono cinque le cose che Aileen dovette affrontare: 1. l'esistenza di altri esseri umani nell'universo; 2. la loro presenza sulla Terra da ben 35 anni; 3. l'esistenza di una pietra, Yikira, dai fenomenali poteri; 4. essere stata pedinata da tutta la vita da dei Custodi galatriani. La quinta era la più importante di tutte: Aileen era nata con l'interazione naturale, poteva sentire le emozioni degli altri esseri umani. Era l'unica terrestre ad avere la stessa qualità che possedeva ogni galatriano. E il perchè non si conosceva. Nessuno lo sapeva.
Per Aileen non fu facile accettare tutte quelle novità. Aileen odiava i cambiamenti. Aileen odiava tutti. La nuova, complicata, vita ebbe inizio. Bugie ed inganni fecero capire ad Aileen quanto si poteva essere furbi, e fino a che punto essere ingenui. Le fecero capire quanto i comportamenti venivano influenzati dalle emozioni, e per questo era importante nasconderle. Ma questo, era solo l'inizio.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.