Mistero Magazine

BIOCHIP, NANOBOT e programmazione cellulare

Una nota rivista americana, PC World, ha ipotizzato i prossimi 25 anni. L’uomo sarà sempre più cyborg, somiglierà a un ibrido di carne e silicio. I microchip ci consentiranno di essere sempre interconnessi e, perché no, di comunicare con il pensiero. I computer supereranno di molte migliaia di volte la potenza di quelli attuali, consumando un’inerzia di energia, e saranno così piccoli da essere ovunque, anche nel nostro corpo. Tutto sarà controllato e gestito da una rete informatica che sarà il nostro nuovo Universo, popolato da avatar super tecnologici, in grado d’interagire in modo avanzato. La nanotecnologia dominerà su tutto: non più solo mutazione genetica, ma tecno-mutazione. I calcolatori otticoquantistici, che trasmetteranno i dati usando la luce, sostituiranno il silicio.

Apparecchi impensabili proietteranno ologrammi che potremo gestire con un semplice gesto del corpo.

DAL “SESTO SENSO” DIGITALE, ALLE LENTI BIO-COMPATIBILI, AL NEUROMORPHING

Il MIT (Massachusetts Institute of Technology), importantissima università di ricerca, ha presentato un prototipo, chiamato “sesto senso” digitale. Si tratta di un progetto

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Mistero Magazine

Mistero Magazine2 min letti
Chi Vuole Cambiare Il CLIMA?
Ben ritrovati con il numero di novembre della vostra rivista del cuore. Il lungo e approfondito articolo di copertina, a cura di Umberto Visani, ci fa capire quanto grave sia l’emergenza climatica, e fino a che punto la nostra cara, vecchia Terra si
Mistero Magazine2 min letti
Un CANNIBALE a Hollywood
sceneggiatore, scrittore, residente a Hollywood Nell’autunno del 2017, a partire dalle ormai risapute denunce al produttore Harvey Weinstein, il movimento Mee Too ha scoperchiato un vaso di Pandora fatto di molestie, abusi psicologici e violenze fisi
Mistero Magazine10 min letti
IL BESTIARIO del Natale
I bestiari costituiscono veri repertori di storia naturale del passato: poco importa ai compilatori di queste opere l’indagine di tipo aristotelico sugli organi, il movimento, la vita degli esseri; quello che interessa sono le loro appartenenze, le v