Uomini e Donne Magazine

Nuvole all’orizzonte

La vita di Gemma

GRANDI AMORI, FORTI LEGAMI, ESPERIENZE INDIMENTICABILI: VI RACCONTIAMO LA VITA DI GEMMA DAL PRIMO GIORNO

Il tempo della meravigliosa vacanza a Ibiza era finito ed ero pronta a tornare in Italia. Durante il viaggio di rientro ebbi modo di pensare e ripensare a uno sgradevole episodio, successo mentre eravamo stesi al sole nella splendida baia di Cala Jondal, una della spiagge più alla moda di Ibiza, quando Ennio ricevette una telefonata da parte di una signora. che, questa volta, avremmo varcato insieme, mano nella mano. L’emozione che avevo a ogni nuova puntata si trasformò in pura felicità, perché non dovevo più affrontare eventuali critiche o difficoltà da sola, ma con Ennio al mio fianco. Mi sentivo davvero “protetta”, una sensazione meravigliosa che non avevo mai più provato da tanti anni, quando la cara mamma Rosina mi sosteneva in tutte le mie esigenze. Per me era splendido rivedere le persone della redazione, Maria e, difficile da credere adesso, persino Tina, a cui portammo in dono un abito tipico che Ennio, però, aveva scelto di proposito in una taglia molto piccola per lei, sempre animato da quella sottile ironia, che a Tina non piacque per niente, così le disse semplicemente che la scelta di quel regalo era stata mia, ma vi rendete conto?! Essendo stata la nostra prima opportunità di trascorrere qualche giorno insieme, ci fu concesso di stare ancora del tempo in trasmissione, per vedere come sarebbero andate le cose nei giorni a seguire, alle prese con la propria quotidianità. Ricordo che allora era periodo di “gare di ballo”, molto divertenti e non prive di competizione, in cui dovette cimentarsi anche Ennio, che, in breve tempo, divenne il ballerino preferito di Garrison, grazie anche alla forte simpatia che avevano l’uno per l’altro. Come se non bastasse, Enniopreseanchequelle sfide molto sul serio, tanto da frequentare una scuola di danza per migliorarsi. Proprio quando mi sembrava che fra me e lui tutto procedesse a gonfie vele, Ennio all’improvviso divenne distante, evasivo, direi quasi insofferente nei miei confronti. Io stavo malissimo e, dopo qualche tempo, fu costretto ad ammettere di essersi preso una bella sbandata per una ballerina, conosciuta niente di meno che al saggio di danza della sua nipotina (quando si dice scherzo del destino!). Il sogno che stavo vivendo si frantumò in mille pezzi e a nulla servivano le sue parole di affetto, quando diceva di volermi sempre bene e di non preoccuparmi. Entrò in trasmissione con lei davanti ai miei occhi: una donna molto bella, giovane, con qualche nuance di bianco fra i capelli che la rendeva ancora più affascinante. Mettetevi nei miei panni… un miracolo non essermi spiaccicata al suolo cadendo dalla sedia! Eccoli seduti al centro studio, entrambi molto a loro agio: lui impettito e sicuro di sé come sempre, mentre lei confermava di voler approfondire la conoscenza, per vedere se poteva essere interessata o meno a una relazione. E la sottoscritta…? Lascio la risposta a ognuno di voi: non avevo né parole né lacrime a sufficienza, soltanto un grande vuoto dentro di me…

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.