Fortune Italia

Startup , Hong Kong lancia la sfida

NUMERI ALLA MANO, le prospettive della scena asiatica delle startup sembrano volgere al meglio: secondo il recente report State of venture di CB Insights, nel 2021 l’Asia ha sorpassato per la prima volta gli Stati Uniti nel numero di accordi conclusi, diventando la regione principale con una quota del 36% sul totale mondo, e ha aumentato la propria incidenza soprattutto in area fintech e retailtech. Il 2021 ha registrato anche un aumento record degli investimenti nel Far East, in crescita dell’89% rispetto all’anno precedente, ovviamente guidati da Cina e India, i due mercati di maggiore dimensione.

In una scena dominata da colossi, si sta facendo spazio anche un nuovo attore, dinamico, internazionale e, soprattutto, ricco di capitali. L’ecosistema startup di Hong Kong è relativamente giovane, sia negli anni di vita che nell’età media dei suoi attori, e ha registrato un boom negli ultimi anni inserendosi con un ruolo primario in un’economia locale tradizionalmente governata da finanza, retail e real estate. Dieci o quindici anni fa non esisteva uno

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia2 min letti
Un Lavoro Digital, Anche Per Gli Operai
L’IDEA È NATA DALL’ESIGENZA di una multinazionale di elettrodomestici, che voleva digitalizzare il processo di pianificazione degli operai in un suo stabilimento, “rendendolo trasparente e rispettoso delle competenze degli stessi” operai, secondo Car
Fortune Italia2 min letti
Zainetti Invicta Vs Invictus Games
LA INVICTUS GAMES FOUNDATION, organizzazione benefica creata dal duca del Sussex, alias principe Harry, a favore dei veterani di guerra, ha perso la battaglia legale contro il celebre brand italiano di zainetti, Invicta. Il marchio Invictus non potrà
Fortune Italia5 min letti
Defhouse, Chi C’è Dietro La Casa Dei Content Creator
COLLAB HOUSE, CONTENT HOUSE, social house. Comunque la si chiami il significato non cambia. Si tratta di case collaborative, le cosiddette ‘case dei contenuti’, in cui i content creator vivono insieme e creano video per le piattaforme di social media