Lonely Planet Magazine Italia

Libertà di espressione

Un giardino è intimamente connesso a percorsi e simboli, detiene al proprio interno segrete virtù da scoprire entrando nella materia viva di sogni, filosofie e ritmi che trovano accordo e armonia tra meraviglie dell’ingegno e leggi della natura, in un alternarsi magico e attrattivo, in cui l’uno cede all’altra. Addentrarsi in un parco d’arte contemporanea conduce verso figurazioni inattese, in un viaggio di conoscenza e consapevolezza che valica il tempo, nel dialogo ricercato tra gli elementi, tra segni e cromie, archetipi e visioni ancestrali. Sculture e installazioni tracciano il territorio aprendo lo sguardo a frontiere immateriali costruite lungo la soglia tra realtà e oniriche rappresentazioni, in un otium che si nutre di disciplina e selvagge bellezze.

Lirismo onirico

Il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle

Tra gli ulivi secolari del colle di Garavicchio, lungo i campi di Capalbio, sorge il Giardino dei Tarocchi dell’artista francese Niki de Saint Phalle, iniziato nel

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.