Lonely Planet Magazine Italia

Verso Nord

trattavo l’acquisto di un sacco a pelo nell’unico piccolo outdoor store di Ulanbator. O forse cercavo una mappa della Via della Seta ad Abyaneh (paesino nell’entroterra iraniano)? Il sacco a pelo è ora nel fondo del mio zaino, la mappa appesa in una delle due stanze della mia “casa russa”. Oggi sono infatti a Petrozavodsk, da parecchie settimane mi trovo nella capitale della Karelia, tra San Pietroburgo e il Circolo Polare, ai bordi della Finlandia. Ho appena comprato un divano usato a tremila rubli: usato sì, ché qui in Russia nulla si butta e tutto ha una seconda, terza e quarta vita. Un po’ come il mio 2020. Da tempo bazzico da queste parti, sono diventata cintura nera di menu in cirillico, esperta di tappe transiberiane

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Interessi correlati