L'Officiel Hommes Italia

Lo stile dei Seventies è stato, e resta, un caposaldo dell’estetica contemporanea.

li anni 70 sono stati, concretamente, una factory di sperimentazione estetica. Basandosi sul dandismo moderno del decennio precedente, la moda maschile dei e di altri magazine di stile creati esclusivamente per il pubblico maschile, aveva già compreso quando il menswear stava trasformando la moda. Un issue speciale del 1972 metteva in risalto le migliori silhouette fit-and-flare del decennio e la mania per lo scozzese; da quel momento la rivista iniziò a presentare un articolo dedicato alla moda maschile in ciascuna delle sue edizioni. Le pagine che la raccontano in quegli anni rispecchiano la ritrovata spavalderia stilistica delluomo, portata alla ribalta da icone come David Bowie o Mick Jagger. Unestetica scandita da colori saturi, stampe ipervisive e abiti sartorialcasual su misura: il guardaroba maschile si stava trasformando in un argomento da tenere sottocchio. Linfluenza di quegli anni riecheggia in tutte le collezioni maschili di questa stagione. Elementi di quel decennio creativamente intenso come il raso, la pelle scamosciata, i volant o le stampe, sono i temi rievocati in passerella da Gucci, Dries Van Noten o Givenchy. La prima incursione de nell’universo homme raccontava, con spirito pionieristico, quello che stava scuotendo il menswear. E, ieri come oggi, il mantra resta lo stesso: guardare sempre avanti senza crogiolarsi nel presente.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.