Fortune Italia

QUANDO ANCHE L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE SEMBRA STUPIDA

sono conosciuti da circa 50 anni. Ingegnosa invenzione inizialmente pensata per digitalizzare l’archiviazione di libri, questo software ha permesso a ricercatori e affaristi di compilare righe e colonne all’infinito, con qualsiasi tipo di dato, analizzandone le informazioni con l’aiuto di un computer. Oggi è una pratica talmente comune che i programmi per i fogli di calcolo vengono usati tanto dagli studenti quanto dagli analisti finanziari. Quello che non possono fare i fogli di calcolo è pensare. Quella è la specialità di software più nuovi e potenti, chiamati reti neurali, complessi programmi di intelligenza artificiale disegnati per ricopiare i processi computazionali del cervello umano. E per ragioni legate a come sono state sviluppate le reti neurali degli ultimi anni, la preoccupazione principale dei ricercatori A.I. sembrano essere sempre le immagini; non l’analisi di righe e colonne di numeri. In altre parole, potenti computer possono vagliare milioni di foto di gatti e capire le più particolari caratteristiche feline. Ma lo stesso software

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia2 min letti
Un Nuovo Colosso
IL PRIVATE BANKING dimostra da tempo, alle banche, di essere un canale su cui puntare. Negli ultimi 15 anni, con un Cagr consolidato del +6,6% riferito agli asset sotto gestione, il settore ha registrato una crescita annualizzata superiore a quella d
Fortune Italia2 min lettiChemistry
A Caccia Di Freni Sofisticati Contro Il Cancro
CONTROLLARE LO SVILUPPO del cancro attraverso nuove strategie terapeutiche, condotte con farmaci mirati a inibire una serie di proteine chiave e a riattivare i geni oncosoppressori. È questa la strategia che stiamo portando avanti allo Sbarro Institu
Fortune Italia2 min letti
L’Italia E La Sindrome Di Ginevra
LA VERVE DEL BELPAESE del boom economico del dopoguerra, l’energia della Milano da bere degli anni ’80, hanno ceduto il passo negli anni ’90 allo storytelling di un’Italia vecchia, ripiegata su se stessa, corrotta, rassegnata a un inesorabile declino