Fortune Italia

LA PARTITA DEL BIOTECH ITALIANO

PUÒ IL BIOTECH ITALIANO essere la risposta all’emergenza Coronavirus e aprire la strada per una ripartenza sostenibile? E cosa serve alle aziende di questo settore per riuscire in questo intento? Se stessimo partecipando a un quiz, potremmo dire che si tratta di domande da un milione di dollari. Nella realtà non si tratta di tirare a caso per dare una risposta e paradossalmente il milione di dollari non sarebbe sufficiente. Esistono proposte concrete che permettono di rispondere a questi interrogativi in modo positivo. Per capire di che si tratta ci siamo fatti guidare da Riccardo Palmisano, presidente di Assobiotec-Federchimica, l’associazione che raggruppa circa 130 aziende e parchi scientifici del biotech italiano, declinato in diversi ambiti di applicazione, dalla salute all’agricoltura, all’ambiente ai processi industriali.

BIOTECH E LOCKDOWN

Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire in che stato si trovano le aziende biotecnologiche italiane a valle del lockdown e come hanno reagito alle sollecitazioni dei mesi più duri dell’emergenza. “Le imprese biotech, in particolare quelle

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia2 min letti
Il Rapporto Sballato Tra Wall Street E La Realtà
Dopo le elezioni di novembre, molti profeti d del mercato azionario hanno salutato con gioia la prospettiva di un Congresso degli Stati Uniti diviso. Questo, perché i mercati tendono ad avere performance migliori quanto Capitol Hill è bloccato, in qu
Fortune Italia1 min letti
In Numeri
I mercati continueranno la risalita man mano che i nuovi vaccini risveglieranno sempre più settori dal coma causato dalla pandemia. Ma l’aumento dei tassi d’interesse e il rallentamento della crescita delle Big Tech manterranno i mercati fuori dal te
Fortune Italia4 min letti
Tra Welfare E Smart Working
LO SMART WORKING, la ridefinizione di tempi e spazi, gli investimenti delle aziende, i bisogni dei lavoratori, e come tutto questo si possa indirizzare verso crescita e sostenibilità. Su questo si sono confrontati gli ospiti della tavola rotonda dedi