Uomini e Donne Magazine

Paolo Gozzi «SONO VIVO GRAZIE A MIO FIGLIO»

«Quel giorno ero destabilizzato. Mi aveva chiamato il mio chirurgo, per esortarmi ad andare a fondo di un problema di salute. Quella telefonata mi ha riportato indietro nel tempo». Paolo Gozzi, arrivato a settembre a per conoscere Gemma Galgani, vanta l’aspetto del Lorenzo Lamas di , ma il suo passato è costellato di sofferenze. Ha una storia clinica importante alle spalle e il pensiero di poter ricadere nella spirale di interventi e terapie gli ha fatto perdere l’equilibrio per un istante… A , però, cerca la propria rinascita: spera di incontrare una donna che lo capisca e stia al suo fianco e la quotidianità, quella che purtroppo non è fatta solo di cene romantiche e piogge di petali di rosa, rappresenta un necessario banco di prova. «Maria è controcorrente, come me», ci svela parlando dell’affascinante dama che sta frequentando, «mi ha dato un supporto concreto». Gli abbiamo chiesto di raccontarci, al netto degli attacchi ricevuti in studio, cosa lo preoccupa e Paolo ha aperto il proprio cuore, confessandoci paure, speranze

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Uomini e Donne Magazine

Uomini e Donne Magazine2 min letti
«quel Venticinque Dicembre Stupendo In Ospedale…»
Ida, cos’è per lei il Natale? «Il Natale è amore, famiglia, è stare tutti insieme. E poi per me è anche il ricordo di quando ero bambina. I dolci, le luci, l’atmosfera». Cosa farà quest’anno, come lo trascorrerà e con chi? «Sono così serena e felice
Uomini e Donne Magazine5 min letti
«il Mio natale Da Sposa: Ecco Il Più Bello»
Gemma, cosa rappresenterà per lei questo Natale? «Il Natale per me è una festa molto sentita fin da quando ero bambina, e non solo per i regali. La nostra casa apriva le porte a un gran numero di parenti e amici: i miei genitori sono sempre stati mo
Uomini e Donne Magazine2 min letti
Protagonista Della Passerella
GRANDI AMORI, FORTI LEGAMI, ESPERIENZE INDIMENTICABILI: VI RACCONTIAMO LA VITA DI GEMMA DAL PRIMO GIORNO Ed eccomi al primo esordio in passerella della mia vita: da un lato incuriosita per la nuova esperienza, ma dall’altro un po’ d’inquietudine! Ade