Melaverde

Patrizia e la ricerca della biodiversità

nelle campagne tortonesi, in Piemonte, si coltivava soprattutto tabacco ed erano le donne a occuparsi della raccolta. Le grandi foglie di tabacco venivano infilate una a una in lunghi spaghi, per venire poi appese a essiccare nelle cascine, al calore di ampi bracieri. Si coltivavano anche cereali e si allevavano vacche da latte. A cavallo delle due guerre, finisce l’era del tabacco in Piemonte (oggi l’Italia rimane comunque il maggior produttore europeo di tabacco), l’agricoltura si meccanizza, si ingrandiscono i campi di

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Melaverde

Melaverde2 min letti
Alberghi
Ad angolo con piazza che è un po’ il salotto della città di Verona, Piazza delle Erbe, l’Hotel Gabbia d’Oro si trova all’interno di un edificio del XVIII secolo, a soli 350 metri dalla casa di Giulietta e a 10 minuti a piedi dall’Arena. L’ingresso de
Melaverde2 min letti
L’Ente Nazionale Risi, Tra Tutela E Sperimentazione
L’Ente Nazionale Risi è nato il 2 ottobre del 1931, all’epoca con l’intento di aiutare il settore risicolo a uscire dalla crisi del ’29, mentre adesso la mission principale di questo ente pubblico economico – che ha diverse sedi, tra cui un ufficio a
Melaverde1 min letti
Alcuni Rapaci Notturni Italiani
Assiolo (Otus scops). Lungo meno di una spanna, è il più piccolo strigide europeo. È un migratore insettivoro che passa l’inverno in Africa. Per la sua voce, viene chiamato anche chiù. Civetta (Athene noctua). Piccolo e tozzo, è il rapace notturno pi