Fortune Italia

Un patto per il ‘new normal’

imprenditoriale sia da quello lavorativo, l’esigenza scontata di ripartire dopo l’emergenza Coronavirus presenta un problema non secondario: dobbiamo decidere come farlo. Dobbiamo decidere, tra le altre cose, se siano ancora utili, e validi, i modelli di ‘welfare aziendale’ che si stavano costruendo prima di quest’ultima crisi, una crisi che rispetto a quelle precedenti ha le sue peculiarità. Secondo Luca Pesenti e Giovanni Scansani, quei modelli sono ancora necessari, proprio per aiutare

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia2 min letti
La ‘questione’ giovani
Quando si parla di giovani, quasi sempre si scade in pessime generalizzazioni. I giovani fanno o non fanno quello che dovrebbero, i giovani sono migliori o peggiori degli adulti, i giovani ascoltano o non ascoltano i buoni insegnamenti. Quasi sempre
Fortune Italia1 min letti
Giorgio Ghignoni
Laureato in medicina e chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, specialista in malattie dell’apparato respiratorio, Ghignoni ha iniziato la sua carriera nell’industria farmaceutica a metà degli anni Novanta presso aziende ital
Fortune Italia1 min letti
Lucia Sciacca
Direttore Comunicazione e social responsibility di Generali Italia, e membro del Comitato guida welfare index Pmi. Coordina da sei anni le attività che Generali Italia ha messo in campo per promuovere la cultura del welfare aziendale, soprattutto con