Lonely Planet Magazine Italia

Gusto senza confini

È lo chef #1 al mondo nella classifica “50 Best Restaurants” con il tre stelle Mirazur a Mentone, è nato a La Plata (un’ora da Buenos Aires), in una famiglia italiana: l’ibridazione in cucina è nel dna di Mauro Colagreco, le esperienze nelle cucine d’oltralpe hanno fatto il, nome “italo-spagnolo” a ribadire il métissage gastro-culturale alla base . Il locale ha da poco aperto sul quai Gordon Bennet, sotto una delle arcate dell’Esplanade de Sablettes, il lungomare pedonale che costeggia con una bella promenade la spiaggia e il porto. In menu qualche piatto di cucina – ratatouille rivisitata, insalata niçoise, sardine marinate all’olio – e le pizze, ovviamente: le classiche (margherita, marinara, diavola), la genovese (con pesto), la trois fromages (con Comtè, fior di latte e formaggio di capra), la jardin du jour (fior di latte, verdure fresche e basilico). E quella “del momento”, creata seguendo stagionalità e mercato. Tavoli e ombrelloni all’esterno per godersi, clima permettendo, un pasto vista Mediterraneo e la vivace atmosfera del Vieux Port. Pareti rosse, legno e maioliche in stile mediterraneo all’interno, nella sala dominata dal banco e dal forno a legna dove opera il pizzaiolo italiano Nicola Moscardino. Tra tovagliette di carta e mise en place semplice, integra il mood popolare con attenzioni da ristorante gourmet. A cominciare dagli ingredienti locali, a cavallo tra Francia e Italia, che condiscono le pizze di stampo napoletano: i formaggi di Anne Marie Curti da Castellar (Cuneo), il pesto di Roberto Panizza da Genova, i pomodori e le erbe del giardino del Mirazur, birre artigianali e vini naturali. E diverse etichette di olio extravergine d’oliva Taggiasca. La celebre cultivar è infatti protagonista anche qui, dove terroir e clima sono gli stessi della Liguria, e si ritrova in tanti oli di produttori al di qua del confine, insieme alla varietà locale Cailletier, o “oliva di Nizza”. In piena epoca di raccolta, mentre iniziano ad arrivare i novelli, approfittate della sosta food a Mentone per fare un po’ di shopping in tema e per portare a casa i profumi della Riviera. Per esempio all’ (rue de Bréa nr 5) con cui Mauro Colagreco ha messo a punto oli aromatizzati con ingredienti naturali in infusione a freddo. Un giro al (quai de Monleon nr 5) aperto tutti i giorni, la mattina, è una bella occasione per far scorta di olive in salamoia e oli di altri frantoi locali. Una tappa da combinare - pourquoi pas? - con un salto da per un caffè o da per un assaggio di patisserie d’alto livello.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Lonely Planet Magazine Italia

Lonely Planet Magazine Italia4 min letti
Domitilla Dardi Senior Curator Per Il Design Del MAXXI
“ROMA È LA CITTÀ PIÙ BELLA DEL MONDO perché è quella più stratificata e variegata: ogni epoca è presente e ognuna ha la sua bellezza. Per cogliere questa stratificazione consiglio il ‘metodo Nanni Moretti in Caro Diario’: scorrere sui Lungotevere e v
Lonely Planet Magazine Italia1 min letti
In Viaggio Nella Bellezza
LEGGETE ASCOLTANDO#13 La Grande BellezzaIl Pagante, Carl Brave ©SUSAN WRIGHT/LONELY PLANET; DELPIXEL/SHUTTERSTOCK.COM; STOCKBYM/SHUTTERSTOCK.COM ■
Lonely Planet Magazine Italia4 min letti
Appunti Di Viaggio
In Val d’Ossola dal 2 al 4 settembre al via la seconda stagione di Campo Base, evento dedicato alla cultura della montagna, attività outdoor e relazione fra uomo e natura che chiude la stagione di Tones Teatro Natura: previsti incontri con scienziati